curiosità

EVENTI E notizie

aggiornamenti

IL BAMBINO CHE C’È IN NOI

Nascere è un’esperienza che dura tutta la vita

Le prime esperienze sono quelle che maggiormente modellano le nostre vite, la relazione con noi stessi e con gli altri, la nostra visione del mondo.
Quattro incontri teorico-esperienziali in cui osservare la vita da punto di vista differente e imparare a riconoscere le esperienze antiche nel quotidiano:

15/12/19 – ore 10.30/13.00

Introduttivo: la psicologia pre-perinatale

19/01/20 – ore 10.30/14.30

il bambino che c’è in noi
le transizioni e le risorse 

16/02/20 – ore 10.30/14.30

le dinamiche di nascita
nascere è un’esperienza che dura tutta la vita

08/03/20 – ore 10.30/14.30

il prenatale
le prime impronte esistenziali

 

Associazione Cielo – via san Simone 5 – Bologna
www.associazionecielo.it

 

 

Giacomo Sacenti, Operatore MRCS Biodinamica Craniosacrale, tutor, danzatore e coreografo. Ha studiato Alexander Technique in Germania, insegna danza e si è specializzato in Psicologia Pre-Perinatale presso il Conscious Embodiment Training di Bristol, dove ha lavorato come assistente alle formazioni 2012-2018.

Emanuela Carbone, Operatrice BCS Biodinamica Craniosacrale, specializzata in linguaggio corporeo neonatale, ha studiato Integrative Baby Therapy con Matthew Appleton, direttore del Conscious Embodiment Training di Bristol.

Info e Prenotazioni: Giacomo 328.2787075 – Emanuela 340.9892682

La partecipazione al percorso prevede un numero limitato di partecipanti.
E’ richiesta la prenotazione.

Trekking e Thai Yoga

Un’esperienza esclusiva proposta da Sharing Sicily ai Monti Sartorius dove il trekking sarà affiancato dalla pratica dello Yoga Thailandese, condotta dal maestro Salvatore Di Mattia – un’esperienza di ascolto che ci guiderà a risentire il corpo e la sua naturale vitalità immersi nella natura. Il percorso, uno tra i più suggestivi e caratteristici all’interno del parco dell’Etna, è di bassa difficoltà ed accessibile a tutti rivestendo eccezionale interesse sia dal punto di vista geologico che dal punto di vista botanico. Esso si snoda sul versante Sud-Est del vulcano a partire da 1.660 m. slm per circa quattro chilometri e segue per buona parte un preesistente sentiero pastorale ed il tracciato chiude ad anello verso il punto iniziale presentando un dislivello massimo di circa un centinaio di metri sulla sella che divide due dei sette conetti eruttivi dei quali sono formati i Monti Sartorius.

Vai all’articolo originale

Le donne sono vento

Abita in una casa di campagna, la casa storica di famiglia che ha 250 anni, a Castellamonte in provincia di Torino, dove ha reimparato a legarsi alla terra, abbandonata quando 20 anni fa si era trasferita in città per questioni di lavoro e di studio. Naturopata, operatrice di Biodinamica Craniosacrale, e docente di queste discipline, lavora a Castallamonte, a Torino e presso la scuola Enso di Pocapaglia, in provincia di Cuneo.Vice Presidente dell’Associazione Craniosacrale Italiana, laureata in Filosofia, con un master di taglio filosofico-antropologico e un altro con orientamento più pedagogico, Cristina Ferina ha ideato il Bodytelling, così chiamato dall’unione delle parole Bodywork, lavoro corporeo, e Storytelling, narrazione. Il corpo parla con sensazioni, quelle definite felt sense (sensazione sentita) riportato alla luce da uno psicologo alla fine degli anni 60, Gene Gendlin, e si colloca come dimensione tra il conscio e l’inconscio ed è sempre popolato da simboli. Perché il Bodytelling si avvale di simboli e archetipi, ascolto e narrazione. A lei che ama definirsi una tessitrice di storie, perché pensa al corpo come a un tessuto che porta a elaborare la propria storia personale, ho chiesto di spiegarmi come ha concepito il Bodytelling e in cosa consiste.

Vai all’articolo originale

Rallentare per vivere meglio

Con questo motto domenica 25 agosto per tutto il giorno  si è tenuto presso il parco Kennedy di Barga la seconda edizione della “Giornata della lentezza” organizzata dall’Associazione Arte del Vivere. Una giornata intera dedicata appunto alla lentezza, intesa a sensibilizzare uno stile di vita meno stressato e frenetico, insomma il contrario esatto di quello che quasi tutti noi viviamo quotidianamente. Il tutto attraverso meditazioni, tecniche del benessere individuali e di gruppo per la riscopert5a della propria spontaneità e naturalezza: si va dallo yoga del risveglio, all’esperienza del rallentamento entomico al thai chi chuan; dal bagno sonoro con campane tibetane alla meditazione ed alla biodanza.  Durante l’intera giornata anche possibilità di massaggi sonori e vibrazionali, avere trattamenti di riflessologia, shiatsu e trattamento cranio-sacrale biodinamico.

Vai all’articolo originale

Il mio Blog